terra di piloti e motori

LA STORIA DI TERRA DI PILOTI E MOTORI

Terra di Piloti e Motori è un’associazione che nasce nel 2017 dalla esigenza dei Comuni di Pesaro e Tavullia di promuovere il turismo motociclistico nella Provincia di Pesaro e Urbino per poi espandersi all’ intera Regione Marche. L’Associazione, ha la finalità di promuovere la tradizione motoristica come elemento identitario di coesione sociale di innovazione e competitività del territorio, in continuità con la specifica vocazione produttiva locale; la valorizzazione del patrimonio motoristico materiale ed immateriale del territorio, in un processo di condivisione e interazione tra i diversi livelli istituzionali e tra i soggetti pubblici e privati, favorendo la competitività del sistema economico locale; la pianificazione e l’attuazione delle strategie di sviluppo del patrimonio e della tradizione motoristica, valorizzandone la peculiarità di elevata rilevanza tecnica, meccanica, economica e sportiva, promuovendo e sostenendo i relativi interventi. L’ assicurazione delle migliori condizioni per la conoscenza, la conservazione e la fruizione pubblica del patrimonio motoristico materiale ed immateriale del territorio, anche attraverso la promozione dei progetti e della documentazione archivistica inerenti l’attività produttiva; la promozione di un programma di sviluppo turistico anche attraverso forme di integrazione con il sistema turistico regionale. L’Associazione è costituita, Comuni di Pesaro e Tavullia ed ha sede presso il Comune di Tavullia in via Roma,81 e una sede operativa a Pesaro presso la sede comunale di Palazzo Gradari in via Rossini, l’associazione è gestita da un Consiglio direttivo formato dal Presidente e dal Vice presidente che stabilisce le linee di intervento che sono poi applicate dal Direttore operativo.

PESARO IN MOTO

PESARO E LA MOTOCICLETTA

Il motore è nell’anima di Pesaro, il motore nella sua forma più libera, quella più giocosa e in sintonia con l’ambiente, quella più adatta a muoversi sulle belle strade che dal mare Adriatico, attraversando spettacolari colline, arrivano all’Appennino tra Marche, Romagna Umbria e Toscana. Pesaro è una città della motocicletta. Lo è da quasi 100 anni se si considera che nel 1911 nasce qui un marchio di assoluta importanza nella storia del motociclismo: la Benelli, ancora oggi attiva, la casa motociclistica che già negli anni ’20 consacra campione d’Italia Tonino Benelli, uno dei suoi fondatori, e fa conoscere la propria produzione in tutt’Europa. La motocicletta a Pesaro è dunque passione, lavoro, sport, storia, cultura, ma è anche il mezzo che esprime bene il carattere di questa città, pronta a mettersi in gioco, a competere, a far crescere solide economie senza perdere di vista le cose che fanno bella la vita delle persone e di un’intera comunità. Pesaro vanta aziende motociclistiche che hanno dato e danno un contributo importante al tessuto produttivo cittadino, diverse industrie di moto di serie, (qui si producono attualmente le prestigiose moto da cross e motard marcate TM), diverse officine che hanno realizzato moto da competizione salite ai vertici delle classifiche mondiali, come le famose Morbidelli e le imbattibili MotoBi, ma anche le Molaroni, Piovaticci, Mancini, Righini, Sanvenero, MBA, Grassetti, Iprem ed altre ancora. C’è poi la straordinaria concentrazione di campioni, tanti che non si possono neppure citare tutti: Valentino Rossi per primo, ma anche i giovani Alex Baldolini e Simone Giorgi Grotskyj - che corrono con successo sulle piste di oggi - e quelli che hanno vinto sulle piste del passato come Eugenio Lazzarini, 3 volte campione del mondo, Paolo Campanelli 5 volte campione d’Italia, il mitico Tonino Benelli, 4 volte campione italiano, Graziano Rossi, vice campione del mondo e numerosi vincitori di campionati come Dorino Serafini, Augusto e Paolo Baronciani, Silvio Grassetti, e diversi altri ancora. Ci sono il motoclub Benelli e il motoclub Lazzarini instancabili nell’organizzare raduni e iniziative durante tutto l’anno a cui partecipano anche iscritti famosi. E così oggi la città di Pesaro guarda alla motocicletta non solo nell’ottica sportiva e industriale, ma anche in quella della ricostruzione della memoria e dell’ identità locale, dell’impegno formativo ed educativo e, certo non ultima, della proposta turistica. L’Amministrazione comunale ha attivato collaborazioni con diversi soggetti protagonisti delle attività motociclistiche cittadine. Un progetto di ampio respiro è quello delle “Officine Benelli”, che ha visto il recupero del vecchio complesso della fabbrica, con i suoi ampi e suggestivi spazi, per destinarlo a Museo delle moto Benelli, MotoBi e altre moto marchigiane, centro culturale di documentazione e diffusione della cultura motociclistica, sala conferenze, scuola di restauro di motociclette d’epoca, punto di ritrovo e sede del Motoclub e Registro Storico Benelli ha competizione ha regalato all’Italia, negli anni ’70, ben quattro titoli mondiali. In uno spazio di circa 3000 metri quadrati sono esposte oltre 350 moto d’epoca e rare che vanno a costituire una raccolta tra le più qualificate a livello mondiale, valorizzata da un allestimento di primordine: un luogo da non mancare per tutti gli appassionati motociclisti. L’Amministrazione ha in progetto anche un impianto all’interno di un palco fluviale, per un motodromo, kartodromo e crossodromo in collaborazione con una società del gruppo Berloni. Quindi la motocicletta è nel DNA e nella storia di Pesaro al pari del turismo, altro elemento che segna da più di un secolo l’identità cittadina e certo non poteva mancare l’attenzione verso gli ospiti amanti della motocicletta. Questa guida è stata pensata per loro e a loro sono dedicate le iniziative di accoglienza che il Comune di Pesaro, socio fondatore del circuito nazionale delle Città dei Motori, promuove attraverso accordi speciali con gli albergatori, con le istituzioni, con tutte le altre realtà territoriali che rendono indimenticabile una vacanza su una motocicletta in queste nostre terre.

scopri le marche

contatta terra piloti motori

terra piloti motori

contattaci