Tour 07/12/2019

TOUR DA SAN BENEDETTO DEL TRONTO A FOSSOMBRONE KM. 310

150 €

Il check-in è previsto a SAN BENEDETTO DEL TRONTO n Piazza Roma, alle 8,30, dove vi sarà consegnato il Welcome Kit di Terra di Piloti e Motori, ( zaino, T- shirt, adesivi e mappa dei 13 giri nella regione Marche),

la partenza sarà alle 9,00 da San Benedetto del Tronto, nel parcheggio del Porto turistico.

San Benedetto del Tronto si affacciata sul Mar Adriatico, è una tranquilla cittadina marchigiana, diventata un vero e proprio polo turistico che attira ogni anno moltissimi visitatori grazie al clima mite, l'ospitalità genuina, il buon cibo e tante bellezze storiche ed artistiche disseminate sul territorio. San Benedetto del Tronto è anche la vera anima della Riviera della Palme, tra i viali e i giardini della città il lungomare cittadino è una vera oasi di tranquillità. Il lungomare è caratterizzato dalla spiaggia, lunghissima, bandiera blu ininterrottamente dal 1999; è anche il porto peschereccio più importante dell'Adriatico e la tradizione culinaria marinara è esalta dal suo celebre brodetto alla sambenedettese, oltre ad essere un grande contenitore di storia, cultura e tradizioni.

Il primo incontro sarà con Offida, un borgo antico racchiuso dalle mura castellane del XV sec, è inserito tra I borghi più belli d'Italia. Posto su uno sperone roccioso, tra le valli del Tesino e del Tronto, è noto per la laboriosa e paziente arte del delicato merletto al tombolo, tradizione antica. Il cuore è Piazza del Popolo, dall’insolita forma triangolare, sulla quale si affacciano edifici diversi per stile e materiale.

La tappa successiva sarà Ascoli Piceno, una città di torri, chiese, piazze e palazzi. La pietra, quindi, è protagonista del paesaggio: l’intero centro storico è stato costruito scolpendo i blocchi di travertino delle vicine cave del Piceno. Questo lo rende straordinariamente armonioso e uniforme, elegante ed accogliente. La sintesi di tutta questa bellezza si incontra in Piazza del Popolo, su cui affacciano la Chiesa di San Francesco, il Palazzo dei Capitani del Popoli, case medievali e portici. Considerata una delle piazze più belle d’Italia. Nei pressi di Ascoli Piceno ci fermeremo per una degustazione di vini e prodotti tipici del territorio.

Proseguendo arriviamo nel paese di Monte Rinaldo che sorge su un contrafforte a 485 mt s.l.m., la sua storia affonda le proprie radici nel periodo romano, la cui testimonianza può essere identificata nel grandioso tempio venuto alla luce nel suo territorio unitamente alle tante tracce di ville romane, ancora oggi in gran parte inesplorate. Il centro storico è medievale, circoscritto all'interno delle mura che corrono intorno alla piazza dove sono situati Palazzo Giustiniani e la Torre Civica. A Monte Rinaldo ci fermeremo per il pranzo.

Rifocillati ripartiremo per di Montalto delle Marche. L'Archeo Club ha localizzato sul territorio 14 insediamenti di epoca romana ed un villaggio neolitico. I reperti che sono stati recuperati dai siti hanno permesso l'apertura di un'interessante Museo Archeologico, che prevede un percorso didattico con più di 3000 reperti. Dalla fine del XVI secolo, Papa Sisto V vi fece istituire una Zecca. il Duomo, intitolato a Santa Maria Assunta. All'interno dello storico palazzo comunale è possibile visitare il Museo Archeologico, il Museo delle Carceri e, nei sotterranei, il Museo Etnografico "L'acqua, la terra, la tela".

si prosegue per Monsampietro Morico, Montegiorgio, Urbs Salvia fu un’antica e grande città del Piceno, colonia e municipio romano, Oggi Urbisaglia è una cittadina dominante la valle del Fiastra, cinta da mura, degna erede di quella lontana e gloriosa città romana, testimoniata nel Parco archeologico, con l’anfiteatro, del I sec. d.C. e il teatro, ritenuto il più cospicuo delle Marche.

Poi Serrapetrana, fino a San Severino Marche cittadina addossata al colle di Montenero, nella valle del Potenza. Il patrimonio artistico di San Severino Marche è fortemente legato al periodo di massima autonomia del comune e alla signoria degli Smeducci: a quest'epoca risalgono sia le numerose chiese gotiche visibili in città e nel territorio, sia le opere lasciate dalla locale scuola pittorica che ebbe i suoi massimi esponenti nei fratelli Salimbeni e in Lorenzo d'Alessandro. Il cuore della città è la bellissima Piazza del Popolo, dalla caratteristica pianta ovale.

Proseguendo arriveremo a Serra San Quirico, una suggestiva città di pietra adagiata su costa rocciosa, una città che sembra una grande nave con la prua sulla valle dell'Esino. Documenti storici ritrovati nella zona fanno pensare che Serra San Quirico già in epoche antichissime, fecero parte della civiltà etrusca, picena e romana. Le prime fortificazioni romane sorsero all'imbocco della Gola della Rossa. Passeggiando per Serra San Quirico si possono notare le stuccature cinquecentesche del Palazzo Zampetti.

La tappa successiva ci porta in una località montana, Arcevia, spartiacque tra la campagna collinare e i primi monti dell’Appennino Umbro-Marchigiano. Nel vasto complesso dell’ex convento di San Francesco, nel Museo archeologico sono presenti due raccolte di arte contemporanea dedicate allo scultore Edgardo Mannucci e al pittore Bruno D’Arcevia.

Ancora piacevoli curve procedendo verso Pergola, cittadina che è stata inserita tra i borghi più belli d’Italia dall’associazione omonima, territorio in equilibrio tra montagna e mare, che vanta paesaggi di indubbia bellezza, un clima dolce e i segni di una storia molto antica. Fa parte di un territorio, la Val Cesano, che ha ospitato insediamenti sin dalla preistoria, come testimoniano reperti neolitici e tracce lasciate successivamente dagli etruschi e dai celtici. Tra le cose da vedere, il posto d’onore lo occupa il Duomo, costruito nel 1285 convivono lo stile romanico e neoclassico. Al suo interno pregevoli opere d’arte come il reliquario gotico del XV secolo.  Da visitare la Chiesa dei Re Magi che prende il nome da una tela del Pisano raffigurante proprio l’adorazione dei Re Magi. Il museo dei Bronzi Dorati che conserva una testimonianza storica unica e originale.

Per favore,
accetta i cookie di marketing
per guardare questo video